Come Donare

Bonifico bancario

intestato ad AIMA Firenze Onlus
IBAN: IT83 R033 5901 6001 0000 0016 968
Al fine di non rendere anonimo il contributo, ti invitiamo ad indicare il tuo nominativo e recapito nelle note del bonifico.

Versamento su conto corrente postale

n. 22800502 intestato ad AIMA Firenze Onlus
Con assegno bancario non trasferibile intestato ad AIMA Firenze Onlus, Via Pancaldo, 29 – 50127 Firenze

In contanti

Presso la sede di AIMA Firenze Via Pancaldo, 29 – 50127 Firenze (l’Associazione rilascerà una ricevuta fiscale valida per la detrazione della donazione)
Grazie a UniCredit puoi donare, senza commissioni, presso tutte le Agenzie UniCredit nel c/c intestato a AIMA Firenze Onlus, IBAN IT 77 W 02008 02837 000401400398

Donazione On-Line

Grazie a UniCredit puoi donare, senza commissioni, direttamente online
al link www.ilmiodono.it/org/aimafirenze

Tutte la donazioni a favore di AIMA Firenze Onlus sono deducibili o detraibili dalla dichirazione dei redditi (730, Unico). A tal fine, è necessario conservare la ricevuta di versamento da presentare in sede di dichiarazione dei redditi.

GRAZIE DI CUORE.


AGEVOLAZIONI FISCALI

Persone fisiche e aziende che scelgono di sostenere AIMA Firenze con una donazione possono usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla Legge.

Le persone fisiche possono scegliere di:

1.    detrarre dall’imposta lorda il 19% dell’importo donato, fino ad un massimo di 2.065,83 euro (art. 15-bis del D.p.r. 917/86).
2.    dedurre dal proprio reddito le donazioni per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70 mila euro annui (legge n° 80 del 14/05/2005).

Le aziende possono scegliere di:

1.    detrarre le donazioni per un importo non superiore a 2065,83 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100 comma 2 del Dpr 917/86).
2.    dedurre dalle donazioni per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dell’impresa dichiarato e comunque nella misura massima di 70 mila euro annui (legge n. 80 del 14/05/2005).